configurare file hosts mac

Come configurare il file Hosts su Mac

Configurare il file hosts su Mac o modificare la configurazione di Plesk? Cosa è più comodo?
Capita spesso di aver necessità di lavorare su un sito in fase di sviluppo e di non avere sul server (se si usa plesk, come nel mio caso) un indirizzo ip libero su visualizzare la pagina web.

Plesk, di base, ci permette di avere una preview del sito, ma non sempre questa opzione ci fa vedere realmente come il sito apparirà…errori di compilazione, di javascript o proprio del cms con cui il sito è sviluppato sono frequentissimi.

Le soluzione a questo problema sono 2:
– utilizzando Plesk, impostare come "default vhost" di un indirizzo ip, il sito che vogliamo visualizzare
– cambiare la configurazione del nostro file "hosts" su Mac e lasciare quindi gli indirizzi ip dedicati a scopi più utili

…vediamo ora nel dettaglio come percorrere le due strade!

1 – CONFIGURARE GLI INDIRIZZI IP in PLESK (11.0.9)

Una volta effettuato il login, nella colonna di sinistra fare clic su "Strumenti e Opzioni" quindi selezionare la voce "Indirizzi IP" sotto alla colonna "Strumenti e Risorse" (img 1.).

Plesk 11 - Strumenti e Impostazioni

Avremo ora la lista di indirizzi ip disponibili sul server, andiamo a selezionare quello su cui vogliamo appoggiare provvisoriamente il sito, cliccando su di esso.

Ci troveremo davanti ad una schermata, simile a quella che vedete nella figura qui sotto, in cui potremo scegliere alla voce "Sito predefinito" il sito da visualizzare!
Una volta selezionato fare clic su Ok e il gioco è fatto! Visitando ora l'indirizzo IP direttamente non vedrete più la classica pagina di Plesk, ma il sito che avete impostato come predefinito.

Plesk 11 - Gestione IP

2 – CONFIGURARE IL FILE HOSTS SU MAC E WINDOWS

Ci permette di non impegnare inutilmente un indirizzo ip e di avere sempre il sito in anteprima (sfortunatamente però visibile solo a chi configura come segue il file hosts)…
Facciamo un esempio…se volessi vedere in anteprima il mio vhost dal nome "miodominio.it" mi basterebbe, su OSX, aprire un Terminale e digitare:

sudo nano /etc/hosts

vi sarà rischiesta la password di sistema e una volta inserita vi si aprirà un file che inizia così:

#
# Host Database
#
# localhost is used to configure the loopback interface
# when the system is booting. Do not change this entry.
##
127.0.0.1 localhost
255.255.255.255 broadcasthost
::1 localhost
fe80::1%lo0 localhost

alla fine di questa prima parte aggiungete quanto segue (Indirizzo ip  +  nome vhost):

xxx.xxx.xxx.xxx            miodominio.it

dove al posto di xxx.xxx.xxx.xxx ci dovrà essere l'indirizzo ip del vostro server. Abbiamo appena "detto" al sistema operativo che quando si digita il dominio "miodominio.it" in un browser, lui deve andare a cercarlo all'indirizzo ip xxx.xxx.xxx.xxx invece di seguire la strada che i server DNS gli suggerirebbero.

Per Salvare la modifica facciamo CTRL+O e premiamo inivio e quindi CTRL+X per uscire dall'editor di testo!
Ecco fatto! Potrebbe volerci qualche aggiornamento nel browser per vedere la modifica in pratica, ma se avete seguito i passaggi non dovreste avere problemi.. nel caso controllate di aver scritto ip  e nome dominio correttamente (esattamente come è su Plesk).

Per Windows vi suggerisco questa guida illustrata (fattibile anche se non si mastica molto inglese) che vi spiega passo passo la procedura per arrivare al file!

Il vantaggio di scegliere la prima strada è che tutti quelli che visiteranno l'indirizzo ip, che siamo noi o il cliente che lo deve vedere in anteprima, visualizzeranno il sito. Il contro è che ci blocchiamo inutilmente un indirizzo IP sul server, potremmo non averne di liberi.
Personalmente le uso entrambe, lavoro con il file hosts modificato ad hoc durante lo sviluppo del sito e lo appoggio qualche ora su un indirizzo ip fisso tramite Plesk per farlo visionare prima della messa online.

Commenti